La casa itinerante da pesca dell'isola di Hiiumaa

Abitazione stagionale sei pescatori della fine del diciannovesimo secolo

Questa abitazione temporanea fu costruita presso la tenuta Audru nel villaggio Sarvi, contea di Audru per i pescatori che arrivavano a Hiiumaa per la pesca delle sardine del mar Baltico. L'edificio fu portato nel museo nel 1967 e ricostruito nel 1967-1968. La casa dei pescatori fu bruciata da un incendio doloso nel giorno del colpo di stato nell'agosto del 1991 e una copia fu ricostruita negli anni 1991-1996.

Per secoli i pescatori estoni hanno cercato un posto migliore dove pescare lontano dalle loro acque domestiche. Mentre i pescatori della costa del nord andavano a pescare tra le isole e isolotti del golfo di Finlandia, la scelta delle acque dove pescare ogni primavera degli isolani di Hiiumaa era la baia di Pärnu. In un primo momento venivano usate reti da pesca, più tardi nel diciannovesimo secolo reti a forma di sacche.

Per saperne di più
1 – alloggio, 2 – vestìbolo

Lo sapevi?

  • Dati dimostrano che i pescatori di Hiiumaa iniziarono a pescare nella baia di Pärnu già nella metà del diciottesimo secolo.
  • I contadini di Hiiumaa andavano a pescare sul ghiaccio della baia di Pärnu per catturare le sardine del Baltico ogni primavera prima che il ghiaccio di sciogliesse. I contadini rimanevano a Pärnu fino a metà giugno (metà estate) e le relazioni con i pescatori locali erano amichevoli, tanto che gli isolani di Hiiumaa erano benvenuti come se fossero del posto.
  • Alle case veniva dato il nome dell'equipaggio della barca. La barca dell'equipaggio, in cambio, era chiamata come il membro più anziano dell'equipaggio che alloggiava nella casa. Nel villaggio Sarvi c'erano gli uomini Jaagu, uomini Karu, uomini Titsi, uomini Vaku, uomini Otsman e così via. Alcuni venivano chiamati come due equipaggi assieme. Per esempio, l'edificio nel museo porta il nome di casa di Karu-Jaagu.