Estonia occidentale

La costa della provincia occidentale (Läänemaa) è bassa, con numerose insenature, isole e isolotti. Il territorio si innalza solo gradualmente in direzione dell'entroterra. Questa regione non vanta di un suolo fertile. Il terreno sovrastante lo strato calcareo non è spesso e vaste zone sono ricoperte da vegetazione boschiva e da piante di ginepro.

Tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo lo sviluppo economico dell'Estonia occidentale, e in particolare della provincia occidentale (Läänemaa), rimase indietro rispetto alle province dell'Estonia centrale e meridionale. Anche il passaggio a mezzadri e ad aziende agricole di proprietà ha progredito lentamente. Il basso tenore di vita era riflesso anche nelle abitazioni dei contadini e nella vita di tutti i giorni. Nel ventesimo secolo si potevano ancora trovare una serie di abitazioni senza camino.

Nel Museo all'Aperto dell'Estonia si può venire a conoscenza con la fattoria Sassi-Jaani della contea Kullamaa che risale all'era della servitù. Questa è la fattoria didattica del museo, dove vengono spiegati come gli edifici della fattoria venivano costruiti, si possono conoscere gli attrezzi usati al tempo e imparare le antiche tecniche di agricoltura e allevamento. Dall'altra parte della via del villaggio si trovano il mezzadrio Köstriaseme della contea di Hager, risalente alla fine del diciannovesimo secolo, e il cortile dell'affittuario di Nuki della contea di Lääne-Nigula, datato tra il diciannovesimo e il ventesimo secolo. Alla fine della via principale del museo si trova l'imponente mulino Nätsi della contea Mihkli.