La fattoria Sepa

Fattoria di artigiani del periodo tra il dicannovesimo e il ventesimo secolo

La fattoria Sepa della regione Rõuge rappresenta una tipica abitazione di fabbri del tempo. Gli edifici furono portati al museo nel 1987-1997 e aperti al pubblico nel 1999.

Questo piccola fattoria della contea di Võru contava 10 ettari di suolo poco fertile e l'entrata principale era data dal lavoro di fabbro.

Grazie ai cambiamenti nell'economia estone della seconda metà del diciannovesimo secolo, l'artigianato rurale si sviluppò molto velocemente. Anche il lavoro del fabbro del villaggio aumentò, perchè gli agricoltori iniziarono ad usare attrezzi migliori fatti in ferro e macchine per l'agricoltura. Fu così che i proprietari del villaggio Palometsa, essendo interessati ad avere un bravo fabbro tutto per loro, come garanzia diedero alla fattoria Sepa il legname necessario per la costruzione dei vari edifici.

Per saperne di più
1 – l'abitazione-stalla, 2 – sauna, 3 – fucina, 4 – pozzo

Lo sapevi?

  • Gli artigiani spesso provenivano da piccole fattorie o famiglie che non possedevano alcuna terra. Si pensa che il fabbro Peep Harak fosse il figlio più giovane della famiglia della fattoria Isaku in Palometsa.
  • Anche il figlio di Peep Harak, Jaan Harak, divenne un commerciante. Era abile come fabbro e per la lavorazione di ceramica, per la cucitura di vestiti, ed era pure il medico del villaggio.
  • Agli inizi, la gente doveva portare il proprio ferro e carbone al fabbro e il pagamento era in cibo, ma nel ventesimo secolo il fabbrò iniziò ad essere pagato in soldi.