Fattoria Rusi

fine del diciannovesimo secolo

La fattoria Rusi, proveniente dalla contea di Võru, occupa un posto speciale nell'esposizione del museo. Tutti gli edifici dell'aia, ad esclusione del nuovo magazzino, provengono dalla fattoria Ala-Rusi nel villaggio Pugritsa, contea di Karula. Questo luogo è fortemente collegato con la storia dell'arte estone. In particolare, questo fu il luogo dove, nella fattoria dei genitori della madre, è cresciuto il famoso scultore Juhan Raudsepp (1896-1984), poi meglio conosciuto come Juku da Rusi. Ala-Rusi era una fattoria con circa 36 ettari di terra e due cavalli, che fu separata dalla più vecchia fattoria Mäe-Rusi a seguito del matrimonio del figlio della famiglia. Gli edifici di Ala-Rusi vennero portati nel museo nel 1967 e aperti al pubblico nel 2002.

Per saperne di più
1 – casa-granaio, 2 – granaio, 3 – granaio-stalla, 4 – stalla per i bovini e per il fieno, 5 – cantina, 6 – sauna, 7 – pozzo

Lo sapevi?

  • Dall'anno 1826 i discendenti della famiglia Tuwikene ritengono che il loro antenato fu Johann di Russi  della tenuta Kaagjärve, nato nel 1700.
  • Negli anni ottanta del 1800, le fattorie di Mäe-Rusi e Ala-Rusi cocnlusero un contratto di 5555 rubli per l'acquisto della proprietà. La fattoria fu divisa in due parti e venne officialmente misurata e divisa solo attorno al 1900.
  • Il segno di riconoscimento della fattoria e dei suoi dintorni era „il pino con il ciuffo“ che cresceva in una collina e si crede fosse stato impiantato durante l'occupazione svedese. Ogni volta che ci si passava di fronte, bisognava farsi il segno della croce. All'albero si portavano in sacrificio perle, monete, e cinture. Uno dei nuovi colonizzatori, che non sapeva dell'importanza di quest'albero, attorno al 1953 lo tagliò al suolo e rimase colpito da una malattia terminale.
  • Due dei più famosi pezzi d'arte di Juhan Raudsepp sono due sculture allegoriche presso la facciata del museo dell'arte di Tallinn, la „ragazza con un piatto“ nella piazza delle torri, e il „rompitore di bastoni“ in Haapsalu che rappresenta un uomo che rompe un bastone da passeggio perchè non ne fa più uso.