Fattoria Härjapea

Abitazione degli anni venti-trenta del 1900.

Questa fattoria di medie dimensioni della contea Viru fu comprata dai proprietari della tenuta Mäetaguse nel 1892 per 4000 rubli d'argento. La fattoria aveva 44 ettari di terreno, di cui 13 coltivabili.

Come nel resto della contea Viru, anche i proprietari della fattoria Härjapea guadagnavano tramite il commercio dei propri prodotti nei mercati di San Pietroburgo. I soldi venivano usati per la costruzione di una nuova abitazione e per pagare il debito per comprare la fattoria. L'abitazione costruita nel tempo zarista venne successivamente rimodernizzata, e le stanze mostrano come gli abitanti vivevano alla fine degli anni trenta del 1900. Anche le aiuole di fiori e di orchidee sono tipici dello stile della prima Repubblica d'Estonia.

Nel podere della fattoria si trovano edifici della fine del diciannovesimo secolo proveniente dalla fattoria Kutsari e l'essiccatorio in pietra che faceva parte di una abitazione-granaio andata in rovina. Per questo motivo la fattoria viene chiamata anche Kutsari-Härjapea. La sauna si trova un po' più distante, vicino al laghetto.

Per saperne di più
1 – l'abitazione, 2 – l'essiccatoio, 3 – magazzino, 4 – stalla, 5 – sauna

Lo sapevi?

  • L'abitazione Härjapea venne arredata secondo le memorie dei proprietari precedenti e perfino la carta da parati che ricopre le pareti delle stanze è una riproduzione di quella usata al tempo. Originari della contea Viru, la famiglia Orro visse nella fattoria Härjapea fino alla metà del 1970.
  • Alla fine degli anni trenta del 1900 nella fattoria Härjapea c'era solo il cortile pulito e un edificio a due piani che ospitava il porcile, il pollaio e la cucina dove veniva preparato il mangime per gli animali.
  • L'elettricità arrivò a Härjapea solo nella seconda metà degli anni cinquanta del 1900.
  • Johannes Orro (1894-1970) era originario della fattoria Härjapea e servì nel servizio di guardia dei confini della Repubblica Estone fino a raggiungere il grado di maggiore. Egli possedeva anche una panetteria e diverse caffetterie a Tallinn. Era amico dell'artista Ants Laikmaa e dello scultore Johannes Raudsepp. Alcuni edifici ospitati dal Museo all'Aperto Estone sono connessi con questi due personaggi (le fattorie Sassi-Jaani e Rusi).
  • Nel 1936 il presidente K. Päts avviò una campagna per la decorazione della casa, che diede in un breve periodo un nuovo aspetto a molte fattorie: le abitazioni sono state protette dalla intemperie e dipinte, le stanze vennero riarredate, gli edifici esterni vennero rinnovati e vennero coltivati giardini con fiori e orchidee.